in

Sparire per farla Tornare? Scopri se funziona e cosa fare in dettaglio

Sparire per farla tornare può essere una strategia utile per riportarla da te? Sì e no, perché come sempre dipende dalle situazioni e dal contesto della tua vecchia storia.

Sono tanti i ragazzi che, per capire come riconquistare una ex (qui il nostro articolo di approfondimento) provano questa tecnica e poi falliscono miseramente. E il motivo è il seguente: hanno provato senza adottare alcune accortezze fondamentali, quando ci si dilegua sperando che lei possa poi tornare.

Va detto che si parla di un tema abbastanza spinoso, che lotta fra luoghi comuni un po’ maschilisti, e risultati che effettivamente possono arrivare. Ma solo dopo un’attenta analisi di quella specifica situazione. Andiamo dunque al sodo, e cerchiamo di capire quando e come applicare questa particolare strategia.

Sparire per farla tornare funziona?

Sì, potrebbe funzionare, ma il risultato finale non è scontato. O almeno, non è detto che sia positivo. Alle volte questa tecnica, mixata con la psicologia inversa per riavere una ex può dare dei frutti insperati.

Altre volte si dimostra il perfetto crocevia per perdere ogni speranza residua di tornare con lei. Tutto dipende da come la applichi e soprattutto da quando la applichi perché, come detto, non tutte le donne sono sensibili all’operazione fantasma.

Per prima cosa noi ti consigliamo sempre di studiare la vostra situazione nello specifico, cercando di capire se la tua ex tornerà .

Se riesci a comprendere che lei è ancora tesa per la vostra relazione, perché le manchi, allora questa tecnica può darti uno spettacolare vantaggio competitivo. Viceversa, se lei si è già allontanata per prima, allora sparire potrebbe voler dire scavarti la fossa da solo, e dirle addio per sempre.

Ricordati che la tua assenza può diventare significativa per lei, ma solo se prova ancora un sentimento nei tuoi confronti, e solo se la suddetta strategia viene adottata con furbizia e con scaltrezza. Ecco perché conviene iniziare da una considerazione importante: la sua sensazione di controllo.

Studiare il livello di controllo della ex

Parliamoci chiaro: ogni ragazza che lascia sente di avere una certa dose di controllo sulla situazione, dunque su di te.

Essendo stata lei a fare il primo passo, sa di essere in una posizione di vantaggio nei tuoi confronti: in altre parole, tu soffri e lei no. In realtà questa è tutta teoria, ma la pratica è un’altra cosa. Se lei ti ha lasciato, non vuol dire che non stia soffrendo. Magari fa finta di essere felice, ma alla fine ha un controllo su di te pari a zero, e in fondo (anche se inconsciamente) spera che tu possa tornare.

Difficilmente, però, farà lei il primo passo nell’immediato: sarebbe un colpo atroce per il suo orgoglio. Dunque toccherà a te smuovere un po’ le acque, in base al suo grado di controllo.

  • Sensazione di controllo alta: se lei è fermamente convinta di avere il controllo su di te, sparire per farla tornare non servirà a nulla. Non essendo particolarmente coinvolta nei tuoi confronti, potrà lucidamente analizzare la situazione e rendersi conto che il tuo è un bluff. In sintesi, rischierai di allontanarla ancor di più.
  • Sensazione di controllo media: è ancora coinvolta, ma non lo è tantissimo, il che vuol dire che sta iniziando a guardarsi intorno, pur non avendoti dimenticato. È la prima situazione dove la tattica fantasma può funzionare, e può valere anche se la tua ex ha un altro , ma sono comunque presenti dei rischi di insuccesso.
  • Sensazione di controllo bassa: lei ti ha lasciato probabilmente per orgoglio, ma è ancora follemente innamorata di te. In questa situazione, sparire vuol dire darle una mazzata clamorosa, perché è ancora molto coinvolta nella storia. Dunque in tal caso la tattica fantasma è destinata ad una percentuale di successo del 99%.

Purtroppo il vero problema è capire esattamente qual è il grado di controllo che la tua ex pensa di avere su di te. Non è mai scontato, perché molte ragazze sono abilissime nel fingere, il che complica non poco le cose. Se arriverai a comprenderlo, però, avrai già la risposta in tasca, e saprai se sparire si rivelerà utile o meno.

Come usare al meglio questa tecnica

Ti sei accorto che lei ha un livello di controllo medio o basso sulla situazione, dunque è vulnerabile alle tue strategie psicologiche. A questo punto puoi decidere di seguire la via della tattica fantasma, scomparendo dalla sua vita, senza farti né vedere né sentire. Se la cosa funziona, sarà lei a fare il primo passo, perché costretta di fatto dal sentimento che continua a provare nei tuoi confronti.

Tu ovviamente non dovrai mai rispondere ai suoi primi abboccamenti perché – ed è brutto dirlo – una donna ferita diventa più debole tutte le volte che la colpisci.

E in questo caso il “colpo” più mortifero in assoluto è proprio il silenzio, che dovrà essere quindi reiterato nel tempo. Naturalmente prima o poi dovrai risponderle e iniziare nuovamente un dialogo, fino al punto da spingerla a chiederti di tornare insieme. Certo, un livello di controllo basso ti presenta un po’ la strada spianata, e non servono poi tutti questi consigli per riuscire nell’impresa.

Viceversa, la vera sfida emerge quando lei ha un controllo alto, o almeno crede di averlo. Magari si è autoconvinta di questo, come una sorta di meccanismo di difesa, ma in realtà è ancora sensibile alla tua presenza. E di riflesso lo è anche alla tua assenza.

Se lei ci tiene a te, ma dà a vedere il contrario, sparire può essere una mossa azzeccata: non facendoti né vedere né sentire, le farai credere che aveva sbagliato i calcoli, e che adesso sei tu in posizione di controllo, facendo crollare il suo castello di carta come neve al sole. Devi comunque muoverti con i piedi di piombo, perché la situazione è delicatissima, ma a questo ci arriveremo fra poco.

Prima di elencarti i peggiori errori da compiere, vogliamo spiegarti che questa tecnica non è assolutamente efficace quando vuoi riconquistare una ex a distanza . Sparire non farà altro che aumentare un distacco che esiste già, a livello geografico. In quella situazione dovrai invece manifestare la tua presenza, per evitare che possa dimenticarsi di te.

Gli errori da non commettere mai

Una volta che avrai capito come fargli sentire la tua mancanza , anche se pensava di avere un controllo totale su di te, devi assumere tu il comando della situazione.

Il che vuol dire che dovrai fare attenzione e comportarti come da copione, senza commettere errori che potrebbero rivelare il tuo bluff. Intanto devi sapere che tirare troppo la corda la farà spezzare, e che il bel gioco dura poco: tienila in tensione ma, ad un certo punto, accetta la sua corte e ascolta cosa ha da dirti.

Purtroppo non è possibile assegnare un valore numerico alle volte in cui non dovrai farti vivo. In certi casi basta una settimana di “ignore”, in altri casi ne servono di più.

Tutto dipende da come si comporta lei, e dalla frequenza dei messaggi e dei tentativi di chiamata. Se noti che questi tentativi diventano sempre meno, cogli l’attimo prima che sia lei a sparire (per sempre) dalla tua vita!

La questione dal suo punto di vista

Ci sono delle situazioni che potrebbero portarla a desistere, dunque sensazioni che potrebbero farla rinunciare. In quel caso, sottraendosi lei al gioco del silenzio che hai creato, rischierai di fallire in modo misero. Tu devi spezzare il silenzio prima che possano presentarsi in lei queste due situazioni:

  • Uno stato di sofferenza oramai impossibile da sopportare
  • La consapevolezza che stai giocando con lei

Nel primo caso arriverà il punto di rottura: lei si renderà conto che deve andare avanti con la sua vita e dimenticarti, per evitare di farsi del male da sola.

Quando avrà voltato pagina, conoscendo l’ostinazione del mondo femminile, sarà quasi impossibile farla tornare da te. Nel secondo caso, invece, lei avrà capito che stai giocando e ti giudicherà come un bambino immaturo. A quel punto sparirà dalla tua vita e non la vedrai più.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *