Mi piaceMi piace Non mi piaceNon mi piace OMGOMG

Siti e App di incontri Gay? Ecco i 5 migliori da Provare assolutamente

I siti incontri e le app gay oggi rappresentano un’opportunità unica, soprattutto per chi desidera conoscere omosessuali velocemente e senza alcun tipo di barriera.

Non per caso, questi portali rappresentano una delle nicchie più di successo nel mondo del dating online. Per te che sei arrivato qui nel nostro articolo abbiamo preparato un approfondimento di questo universo, in sintesi, ti spiegheremo quali sono le migliori app da scegliere ( aggiornate al 2022) e soprattutto come funzionano. 

Sei pronto per iniziare? Bene partiamo!

I Migliori Siti Gay in Italia?

Esistono molte categorie di piattaforme online per gay, e alle volte possono differenziarsi per via di caratteristiche peculiari, che potrebbero essere presenti o meno, ma di solito sono tutti composti sia siti che app da una chat testuale e da un motore di ricerca interno che permette di visulaizzare i diversi profili di iscritti per poi contattarli ed organizzare incontri dal vivo.

Di seguito le migliori da noi analizzate:

  • IncontriGay.net
  • Grindr
  • GayParship
  • Blued
  • Outpersonals

Partiamo quindi da un sito di incontri classico ma moto efficace come Incontrigay.net uno dei portali che preferiamo per l’alto numero di iscritti e la omogenea distribuzione in tutto il paese in modo da rendere possibili incontri senza dover effettuare notevoli spostamenti.

1. Incontri Gay.net

Il suo funzionamento è abbastanza semplice ed intuitivo. Ci si iscrive con una email inserendo pochi dati nel ripetto toale della privacy e si viene proiettati subito al suo interno dove a dire la viertà abbondano profili molto interessanti e quasi tutti Italiani (questo è un vantaggio o può anche essere considerato un limite, dipende da cosa cercate).

L’ iscrizione a IncontriGay.net è gratuita per utilizzare come succede sempre in app e siti per incontri vi basta sottoscrivere un abbonamento mensile e divetare iscritti VIP (almeno una volta saremo anche noi del very important person al costo di pochi euro).

L’orientamento di questo sito è prettamente “serio” nel senso che è più usato dai gay per storie d’amore a differenza dell’app successiva Grindr.

Consigliamo questa formula in quanto sicuramente massimizza le possibilità di incontrare tipi interessanti…non fate gli spilorci.

2. Grindr

In secondo luogo, non vanno dimenticate le app gay, che oggi vengono sfruttate ogni giorno da migliaia di omosessuali in giro per l’Italia e il mondo intero.

Queste applicazioni ragionano un po’ come fa Tinder, quindi ti permettono di scoprire gli utenti omosessuali che si trovano nelle tue immediate vicinanze.

Si tratta di app davvero ricche di opzioni molto interessanti, ma serve fare un’ulteriore specifica. Sugli store dei vari sistemi operativi mobile, come iOS e Android, puoi trovare diverse tipologie di app.

Da un lato ci sono quelle progettate esclusivamente per smartphone, alle quali puoi accedere soltanto in questo modo.

Una delle più usate è appunto Grindr. In pratica, in questo portale all’utente viene chiesto di iscriversi e di creare un profilo, proprio come accade su altri social media come Facebook.

Una volta fatto questo, sarà possibile lanciarsi nella ricerca degli altri utenti, chiedere loro l’amicizia, cominciare a chattare e vedere se scatta poi la famosa “scintilla”.

A differenza dei comuni social, però, siti come questo vengono pensati per andare a caccia di nuove amicizie, e non per curare quelle che si posseggono già.

Nello specifico Grindr ha la fama di avere un orintamento prettamente per incontri occasionali e non per trovare l’amore quindi tenetene conto se e quando effettuerete l’iscrizione.

3. Gay Parship

Questo sito di incontri gay è particolare in quanto non nasce come il primo della nostra lista prettamente e solamente per omosezzuali in cerca d’amore ma nasce come sito di incontri per eterosessuali ma nel procedere con l’iscrizione vi sarà anche la possibilità di indicare tra le vostre preferenze sessuali una persona del vostro stesso sesso.

Se questa sia stata una scelta ragionata o soltanto dettata dall’interesse di amplicare il numero di iscritti soltanto chi ha realizzato il sito può saperlo ma a noi non ha convinto particolamente per cui non la consigliamo.

4. Blued

 

Questa app per gay è molto particolare, nasce nel 2012 in Cina nonostante in questa nazione l’omosessualità non si apoi cosi accettata e ben vista e si espande in questi anniin tutot il mondo.

La nostra prova ha evidenziato un ottima funzionalità ma una presenza praticamente vicina al 100% di utenti stranieri e maggiormente asiatici. Tra le curiositò prevede anche una funzionalita di trasmissione video live un po come il noto social con logo blu.

Pochisismi gli italiani per cui non ci sentiamo di consigliarvela ma di provarla per curosità certamente.

Potete Scaricare Blued da questo link

5. Outpersonal

Outpersonale è un sito di incontri classico realizzato e condotto dalla stessa società che ha realizzato diversi siti di incontri di successo mondiali come alt.com e FriendFinder che sono tutti imporntati ad incontri occasioanli. Essendo appunto progetti modiali troverete moltissimi iscritti da tutti i paesi del mondo ma molto meno italiani purtroppo. Un altro punto a sfavore di Outpersonal e il costo non proprio basso del loro abbonamento base. Fatevi i vostri conti.

Link a Outpersonal

Guida sul funzionamento dei siti gay per principianti

Se ti stai chiedendo dove fare incontri gay , e se vuoi trovarli sul web, allora dovrai capire come funzionano questi portali per omosessuali anche per avere un magigore successo (non sempre scontato).

In realtà i meccanismi sono di fatto identici agli altri siti di dating, quindi se già li conosci… allora abbiamo ben poco da dirti. Viceversa, se non li hai mai frequentati, ecco qualche informazione utile.

Per prima cosa quasi tutti i siti ti chiedono di iscriverti, con alcune eccezioni come le chat gay gratuite (che noi non consigliamo perchè non moderate) dove ti basta semplicemente inserire un nickname. Una volta che ti sarai iscritto, potrai in seguito accedere alla tua dashboard e iniziare a creare il tuo profilo.

Poi potrai leggere i profili degli altri e trovare le persone con le quali avviare una chat. Infine, potrete mettervi d’accordo e incontrarvi di persona, per fare sesso gay  o per conoscervi meglio.

A tal proposito è il caso di specificare che l’iscrizione a questi siti è sempre gratuita, ma le funzioni più importanti quasi mai lo sono.

Ti basti pensare al sito precedentemente citato  Gay Parship, dove ti viene richiesto di abbonarti per poter utilizzare alcune delle opzioni più importanti.

Purtroppo si parla di un passo essenziale: se non pagherai un abbonamento, molto probabilmente non potrai contattare gli altri utenti o rispondere a quelli che ti hanno già scritto.

Di conseguenza, il nostro suggerimento è di provvedere al pagamento di queste quote mensili, per poter sfruttare al 100% il sito che hai selezionato.

Naturalmente esistono portali più o meno costosi, ma in genere un abbonamento mensile ad un sito per gay  si attesta dai 19 ai  30 euro: il tutto con la possibilità di risparmiare, se acquisterai più mesi insieme o l’annuale.

Fra le funzioni più importanti di un sito di dating per gay, troviamo il motore di ricerca. Questo può essere personalizzato impostando diversi filtri, come l’età o la città, in modo tale da consentirti di trovare soltanto gli utenti che fanno al caso tuo.

Bisogna poi parlare anche dei profili: puoi compilare il tuo, inserire le informazioni che ti appartengono, e dare così la possibilità agli altri di conoscere qualcosa di te, per poterti contattare senza fare un totale salto nel vuoto.

Allo stesso tempo, anche tu potrai leggere i profili altrui e trarre tutte le informazioni che ti servono sugli utenti che stai per contattare. Ecco perché si consiglia sempre di studiare con attenzione i profili degli altri, e di compilare con sincerità il proprio.

Come scegliere il migliore?

Per prima cosa, noi ti consigliamo di affidarti solo ai siti noti, come quelli che ti abbiamo citato poco sopra.

È chiaro che online troverai tanti altri siti, e che molti di questi saranno funzionali ai tuoi scopi: se non li conosci e se non sono famosi, però, emerge un problema.

Come fai a sapere se puoi fidarti? Intanto ti conviene sempre cercare le recensioni online, oppure leggere gli articoli di blog come il nostro.

Da noi trovi tante guide utilissime, come quella per capire se sei gay , oltre a parecchie dritte sui migliori siti di incontri da frequentare.

In secondo luogo, alle volte basta la semplice iscrizione per accorgersi se un portale è un fake o un tentativo di truffa. Se vedi che i profili sembrano troppo belli per essere veri, probabilmente è perché veri non lo sono.

Diciamo che anche la presenza di persone che si prostituiscono non è esattamente un bel segnale per quella piattaforma. In ogni caso, anche nei siti molto raccomandabili, ti conviene sempre fare attenzione alla tua privacy.

Non divulgare mai i tuoi dati personali, la tua carta di credito o altro, perché non sai chi potresti trovare dall’altro lato del monitor.

Concludendo, in questo articolo hai scoperto che il web può presentarti tantissime risorse utili per conoscere altre persone come te. Cerca però di fare attenzione ai siti che scegli e che frequenti, per evitare brutte sorprese!