Scambi di coppie
in

Scambi di coppie: Cosa sono e quali regole hanno

Al momento esistono poche tendenze, nel campo del sesso, che riescono ad eguagliare gli scambi di coppie. Si tratta, non a caso, di un fenomeno che anche in Italia ha attecchito già da anni, e che avanza in modo sempre più massiccio.

Merito senza ombra di dubbio dei siti per scambisti italiani , che hanno permesso alle persone interessate di cimentarsi in questa pratica velocemente e senza alcun tipo di ostacolo.

Però va anche aggiunto che, se da un lato in tanti praticano lo swinging da anni, dall’altro ci sono coppie che vorrebbero iniziare proprio adesso. E per farlo, serve innanzitutto sapere cosa sono gli scambi di coppia, e quali regole sottostanno a questo gioco sessuale.

Cosa sono gli scambi di coppie

Se hai letto il nostro articolo sul significato del termine “swinger” , tutto sommato hai già compreso cosa sono e come agiscono le coppie scambiste. Se non l’hai ancora letto, invece, ecco una definizione: si tratta di persone che amano scambiare il partner sessuale (pratica nota anche come “swapping” o appunto “swinging”), e che fanno tutto questo non in modo sporadico ma abitualmente.

Si tratta di un vero e proprio gioco sessuale, all’interno del quale cade qualsiasi inibizione relativa al concetto tradizionale di coppia e di rapporto: a conti fatti il sesso nudo e crudo viene slegato dal sentimento, quindi può essere “scambiato” con gli altri senza temere gelosie o tradimenti da parte del partner.

Come diventare coppie scambiste

In teoria basta davvero poco per diventare una coppia scambista: basta iscriversi in un sito di scambio coppie o in alternativa recarsi nei locali appositi. Il problema, però, è che nel concreto la questione è decisamente più complessa, perché non tutte le coppie possono abbracciare questa pratica sessuale.

Intanto perché entrambi i partner devono essere d’accordo al 100%, e non nutrire alcun dubbio in merito: questo perché i dubbi, poi, si trasformano facilmente in gelosia e in quel caso potrebbero anche distruggere un rapporto. Una coppia che desidera dedicarsi allo swinging, di riflesso, deve possedere delle precise caratteristiche.

In primo luogo deve avere dentro di sé una disinibizione sessuale molto accentuata, tale da poter vivere il sesso con gli altri come un gioco e non come un qualcosa di serio. Inoltre, è bene che la coppia che sceglie di farlo si conosca già da un po’ di anni, perché in caso contrario potrebbero nascere delle pericolose incomprensioni.

Solo un rapporto solido come la roccia può dar vita ad un’esperienza di scambio davvero efficace, in quanto il sesso in tal caso non metterà mai a rischio i sentimenti che l’uno prova per l’altro (e viceversa). Poi è meglio essere di larghe vedute, ovvero possedere una propensione ad accettare anche quelle novità in apparenza “strane” o controverse.

Il motivo è il seguente: non di rado, una coppia decide di dedicarsi allo scambismo perché uno dei due lo propone all’altro.

Ciò vuol dire che quasi mai la coppia sceglie la suddetta pratica “in sincrono”, ovvero perché entrambi i membri la conoscono o la desiderano. In altre parole, da un lato c’è un partner che la vuole fare, e dall’altro c’è un secondo partner che va convinto.

Dato che lo swinging nasce solo quando entrambi sono d’accordo (sennò si parla di tradimento), ecco che la persona da convincere dovrà necessariamente essere di larghe vedute, e pronta per accettare nuove esperienze sessuali. Se questi ingredienti sono presenti, allora la ricetta per lo swapping può dirsi pronta per entrare in forno.

Quali sono le regole dello swinging

Come sicuramente saprai, ogni gioco ha le sue regole, e lo swapping non fa ovviamente eccezione. Anzi, si tratta di un gioco che vede la presenza di regole molto stringenti, che vanno tassativamente rispettate, pena il rischio di veder esplodere un rapporto.

In primo luogo si parla del rispetto dei ruoli, perché nelle coppie scambiste uomini e donne hanno sempre un compito preciso.

Il ruolo delle donne è quello più importante e prominente, perché sono loro che conducono il gioco: ogni decisione passa in primis dalla controparte femminile, quindi è lei che decide quali coppie frequentare, quali luoghi scegliere per gli incontri e le modalità di questi ultimi. In sintesi estrema, nello swinging è la donna che porta i pantaloni.

Qual è, invece, il ruolo dell’uomo? A lui spetta proteggere la donna e fare in modo che il gioco possa svolgersi in totale sicurezza.

Ciò vuol dire che non è passivo, ma ha una forte voce in capitolo quando si tratta di accettare o meno le coppie proposte dalla donna. Se avverte dei dubbi sulla coppia scelta da lei, è in sua facoltà dire no e far saltare l’accordo.

In altri termini, la donna sceglie per prima e lo fa basandosi su criteri estetici o di affinità, mentre l’uomo conferma o meno la decisione basandosi sul fattore sicurezza. Non a caso, in assenza del partner maschile la donna non può conoscere nessuno, e le altre coppie non possono in alcun modo allacciare un rapporto: questo perché tutto viene fatto solamente quando si è insieme.

Un’altra regola fondante è la seguente: le coppie devono conoscersi con naturalezza, perché prima del sesso viene la conversazione, utile per capire se la cosa può risultare piacevole per tutti e quattro.

E se la scintilla non scatta, si è liberi di dire no, senza provare imbarazzo, vergogna o dispiacere. La regola del quattro vale anche quando si chiacchiera, ovvero qualsiasi parola o proposta va scambiata o fatta in presenza di tutti i membri delle due coppie.

In caso contrario, si rischia molto: per esempio, una coppia che avvicina una donna da sola verrà considerata come irrispettosa e prevaricatrice, e rischierà di venir buttata fuori dal locale.

Bisogna poi specificare che anche lo scambio di coppie ha le sue regole di bon ton: intanto ogni rifiuto dev’essere comunque delicato ed elegante, perché va bene la sincerità, ma non bisogna per questo ferire o insultare l’altra coppia. In secondo luogo, l’approccio non deve mai essere aggressivo o volgare, ed è vietatissimo parlare subito di sesso.

Poi c’è un altro dogma da rispettare: se un partner nota un comportamento poco gradito da parte del proprio uomo o della propria donna, non deve mai fare scenate in pubblico, ma risolvere la questione in privato.

La stessa cosa vale per gli attacchi di gelosia o di rabbia. L’ultima regola fondamentale è forse la più scontata: mai andare con un’altra coppia senza avere il preservativo. Infine, prima di procedere, è bene che tu sappia che nel caso dei parcheggi per scambisti le regole sono totalmente diverse.

Cosa fare se il partner ti propone lo swapping

Magari stai leggendo questo articolo perché il tuo partner ti ha proposto di provare lo scambio di coppie, e tu non hai idea della risposta da dargli. È lecito avere più di un dubbio, perché questa decisione è da prendere con le pinze, e va presa solo se ti senti del tutto d’accordo con la suddetta opzione.

Ecco perché vogliamo elencarti una serie di elementi che potrebbero farti accettare la cosa, o farti capire che non fa per te.

Si parte ovviamente dai vantaggi: se riesci a slegare l’idea del sesso dal sentimento, allora praticare lo swinging potrà rinforzare il rapporto che hai con il tuo partner. In altre parole, il legame fra voi diventerà ancor più forte e solido di prima.

E se la situazione fra voi non è esattamente rose e fiori, magari per via di un pizzico di insoddisfazione sessuale dovuta alle routine, a maggior ragione lo swapping potrà aiutarvi entrambi. Il tutto senza rischiare un tradimento dell’uno o dell’altro.

Inutile aggiungere che, dal punto di vista del sesso, si passa ad un livello superiore: la possibilità di frequentare fra le lenzuola partner diversi, se non subentra la gelosia, è il top della trasgressione sicura, perché puoi farlo avendo anche l’approvazione del fidanzato o coniuge.

I rischi, invece, li abbiamo già visti poco sopra: se pensi di essere una persona gelosa, o se ne hai la certezza, non potrai mai trovarti bene con gli scambi di coppie. Anzi, di sicuro vedere il tuo partner con un’altra persona ti manderà in bestia, quindi in questo caso non dovresti mai accettare la proposta.

Va poi specificato che lo swinging non è una di quelle cose che puoi provare per vedere se ti piace o meno: se hai dei dubbi, ti conviene lasciar perdere, perché una volta che avrete scambiato la coppia il “danno” sarà fatto, e non si potrà tornare indietro.

Il pensiero, se sei geloso o gelosa, inizierà a tartassarti e a rovinarti la vita. Quindi, se pensi di accettare solo perché temi di perdere il tuo partner, evita di farlo perché lo perderesti comunque, facendoti molto più male.

Swappare non è tradire

Abbiamo deciso di chiudere questa guida chiarendoti una cosa: swappare non significa tradire, perché lo stai facendo con il consenso del tuo partner. Se senti dei freni inibitori legati ad una questione morale, le cose sono due: o ti lasci andare perché non hai nulla da temere, oppure eviti perché lo swinging non fa per te.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *