in

Incontri online: Le dimensioni del pene contano?

Quando conosci una nuova ragazza in un sito di incontri temi che le dimensioni del tuo sesso possano diventare un problema?

Hai paura che se ci dovesse stare la tua nuova conquista virtuale poi sotto le lenzuola resterebbe delusa? Bene anzi male, leggi questo articolo fino in fondo e troverai un modo interessante per ovviare a queste problematiche!

Sono tantissimi gli uomini che si chiedono se le dimensioni del pene contano negli incontri, e soprattutto fino a quanto contano.

Anche se in tanti magari non ci pensano, persino il mondo degli incontri online viene “macchiato” da questo pensiero, che è un po’ un dubbio e alle volte addirittura una paura. In altre parole: ci sono uomini che iniziano a chattare sui siti di dating, e poi rinunciano ad un incontro per il timore di avere un pene troppo piccolo, quindi eventualmente incapace di soddisfare la partner appena conosciuta online.

Ed è per questo motivo che oggi cercheremo di sviscerare un tema bollente, così da darti tutte le informazioni che cerchi e persino una soluzione. In sintesi, avrai la possibilità di goderti le tue chat online senza paranoie, potendo poi conoscere le tue partner forte dei tuoi mezzi e delle tue misure.

La dimensione perfetta? Non esiste

Iniziamo col dire che la perfetta dimensione del pene non esiste, perché ogni donna potrebbe avere i propri gusti in fatto di misure, o le proprie necessità. Perché nemmeno le vagine sono tutte uguali. Cosa vogliamo dirti?

Che un pene enorme potrebbe a sua volta diventare un deterrente per una donna, per una questione di dolore quando poi avverrà la penetrazione. Un pene molto piccolo, invece, non riuscirà a portare piacere ad una donna, impedendo ad entrambi di portare a compimento il rapporto sessuale. Dunque, anche se il pene perfetto non esiste, è sempre meglio che si evitino gli opposti: ovvero i peni large size e i micro-peni.

Per quanto concerne le misure, è tutta una questione di medie. In Italia un recente studio ha calcolato una media di lunghezza che oscilla fra i 14 centimetri e i 16 centimetri, mentre in altri paesi (come ad esempio l’Africa) le medie arrivano intorno ai 18 centimetri.

Diciamo che le misure tricolori non sono male, considerando che in zone come l’Asia si scende ad una media di 9 o 10 centimetri circa.

Chiaramente, come saprai di sicuro, lunghezza mezza bellezza: nel senso che entrano in gioco anche altri fattori, come la turgidezza in fase di erezione e la circonferenza del pene. Non preoccuparti, perché avremo modo di tornare fra poco su questo argomento.

Cosa ne pensano le donne?

Ok, giustamente ti starai dicendo: un conto sono le medie, un altro conto sono i desideri delle donne. Qui è inutile mentirti: le dimensioni contano, e lo dicono le statistiche, dato che secondo un recente sondaggio il 33% delle italiane dà un certo peso a questo fattore. In altri termini, una donna su tre quando approccia un uomo a letto, lo giudica anche per le sue dimensioni.

Però devi comunque evitare le paranoie eccessive, perché quando si parla di dimensioni (come detto), si fa riferimento a quelle standard: di conseguenza, se hai un pene nella media (meglio se leggermente oltre) farai la tua parte senza lodi né infamia.

Dimensioni e chat online: l’autostima

L’autostima è sempre al centro di tutto, della convinzione di un uomo e dell’interesse che una donna può provare per lui. Questa è una regola che non vale solo nel mondo reale, ma anche nei siti di incontri.

Quando un uomo chatta con una donna, se si sente fiero di se stesso e dei propri mezzi, riuscirà a dimostrarsi più brillante, più interessante e anche più auto-ironico. Di conseguenza, aumenterà in maniera notevole le proprie chance di fare colpo su di lei e quindi di conquistarla.

Purtroppo, però, è difficile approcciare una qualsiasi conversazione (pure online) con una donna in modo spensierato e convinto, quando c’è un dubbio relativo alle proprie dimensioni.

È impossibile chattare a cuor leggero, se si pensa che poi – quando arriverà il momento di “quagliare” – le dimensioni del proprio pene saranno inadatte per lei. È normale che in questi casi ci si chiuda in se stessi, e in chat si finisca per chiacchierare in uno stato di perenne auto-difesa.

E poi, quando magari arriva il momento giusto per chiederle di uscire, non lo si fa per paura che le cose possano diventare imbarazzanti, sempre per quel problema lì. Quindi, per poter sfruttare al massimo la chat, e per smetterla di vivere come un ricercato, occorre risolvere quanto prima il problema. Come fare? Le soluzioni esistono.

Cosa fare se giudichi piccolo il tuo pene

Se pensi che il tuo pene sia sotto le medie, o se comunque lo reputi troppo piccolo e la cosa ti fa star male, puoi iniziare sin da ora a trattarlo con alcuni prodotti  efficaci, come ad esempio Titan Gel ( dai uno sguardo a questa recensione che spiega perché il Titan Gel funziona).

Questa crema, applicata sul pene, consente di allungarlo e di aumentare anche la sua circonferenza, agendo in questo modo: migliorando l’afflusso sanguigno in direzione delle camere del membro, è come se lo “allenasse”, e le camere stesse iniziano ad espandersi, causando di riflesso un aumento delle dimensioni.

E i vantaggi non finiscono qui, perché il gel in questione migliora anche le performance fra le lenzuola, rinforzando l’erezione e arrivando a consentire fino a 3 ore di amplesso. In altri termini, grazie a questo gel non dovrai nemmeno assumere il Viagra, se hai dei problemi in quel senso. In realtà Titan Gel fa bene anche all’autostima, perché ti fa sentire meglio con te stesso, dato che sarai finalmente fiero delle tue misure e delle tue prestazioni sessuali.

Per questa ragione, lo usano anche gli uomini con dimensioni del pene nelle medie, ma che vogliono comunque migliorarsi per una maggiore fiducia nei propri mezzi.

Ti assicuriamo che è molto importante partire da una posizione “di vantaggio”, in special modo quando si parla di chiacchierare in chat. Sfortunatamente, chi parte male e con dei pensieri o dubbi sul proprio pene, poi subisce la classica ansia da prestazione anche sui siti web di dating.

Il tutto perché vive con grande malessere e insicurezza il primo incontro con quella partner, che in teoria dovrebbe essere la gioia più grande di tutte, nonché il primo e unico obiettivo di questi portali.

È per questa ragione che serve fare una considerazione finale: da un lato deprimersi non serve a nulla, dall’altro non bisogna subire passivamente le proprie paure. In altre parole, conviene sempre studiare oggettivamente la propria situazione, misurare il pene e tranquillizzarsi se è nella media.

Se si trova al di sotto, o se comunque non ci si sente a proprio agio perché si desidera qualche centimetro in più, allora ci sono soluzioni come la crema citata poco sopra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *