Cosa significa cuckold e differenze con lo scambismo

Molte persone che sono alla ricerca di qualche trasgressione nella loro sfera emotiva e sessuale si imbattono nel termine cuckold e… non sanno che cosa significhi, e che cosa si cela dietro questo termine e a volte neanche come diventare cuckold.

Proprio per questo motivo abbiamo cercato di correre ai ripari, fornendoti un completo approfondimento su cosa significa cuckold, quale sia la sua psicologia e quali siano le mosse che devi fare per poter entrare in questo mondo così ricco di sfumature e di forti emozioni!

Significato e psicologia del cuckold

Cominciamo da una piccola introduzione: quando parliamo di cuckold parliamo della possibilità che la coppia (coppia cuck, o coppia cuckold) si “allarghi” a un terzo partecipante, maschile, chiamato generalmente bull, o toro.

Non si tratta di un vero e proprio triangolo attivamente partecipato. Nella coppia cuck, infatti, l’uomo si limita a guardare il tradimento condiviso tra la propria partner e il terzo, traendo piacere dal vedere la propria donna unirsi con un altro uomo.

Di qui, qualche interessante deduzione su quella che è la psicologia del cuckold, che genera piacere per tutte le parti coinvolte in questa azione.

L’uomo cuckold, che viene sbrigativamente chiamato “cornuto” in alcuni siti cuckold italiani, trae infatti godimento dal vedere la propria donna desiderata da altri, tanto da unirsi in un rapporto sessuale.

La donna può invece trarre piacere dal sentirsi bramata da un altro uomo, e dal manifestare il tradimento proprio dinanzi agli occhi del proprio partner “principale”.

Per il bull il piacere nasce dall’essere coinvolto in un rapporto tradizionalmente coniugale, irrompendo in esso con la possibilità di accoppiarsi con la donna del cuckold.

Insomma, un rapporto a tre che si poggia su una psicologia piuttosto complessa, che permette a tutte le parti, previa una adeguata condivisione dei ruoli, di trarre il giusto e meritato piacere.

Come funziona?

Fin qui, una breve panoramica di questo fenomeno così diffuso anche in Italia, favorito – evidentemente – dalla diffusione di Internet e, come vedremo tra poche righe, dalla possibilità di poter trovare coppie cuck o partner cuck in modo semplice, rapido e sicuro attraverso le più note community,forum italiani e siti cuckold.

Ciò premesso, il funzionamento del cuckold prevede che il soggetto che riveste il ruolo del cuckold nella coppia sia il soggetto passivo di questo triangolo, che trae piacere nel vedere la propria compagnia entrare in intimità con un’altra persona.

Il termine “passivo” non è però del tutto corretto. È il cuckold, infatti, a stabilire i limiti della relazione tra la propria partner e il bull, andando a disciplinare i modi con cui il terzo partecipante può avvicinarsi alla propria compagna.

Evidentemente, la finalità dell’uomo che vede con i propri occhi il tradimento della donna con un altro individuo è quello di trovare piacere da una sorta di “umiliazione” che può avvertire con questo atto. A volte, invece, si tratta di trovare un piacere diverso, coinvolgendo in questo “triangolo” un amico o un complice maschile che si desidera coinvolgere in questo comportamento trasgressivo.

Le motivazioni che sottintendono il ricorso a delle pratiche di cuckold possono tuttavia essere molto numerose.

Si pensi a quelle che coppie che stanno vivendo un calo del desiderio, e che desiderano rinvigorirlo proprio mediante questa esperienza: l’uomo potrebbe infatti rivedere la propria partner sotto un’altra luce, maggiormente sensuale e desiderabile, mentre la donna potrebbe rinvigorire la propria gratificazione dall’idea di vedersi desiderata da più persone.

Come convincere la moglie?

Detto ciò, per molti uomini il principale ostacolo consiste nel cercare di condividere con la propria partner questa apertura verso il cuckoldismo. Alcuni uomini che pur vorrebbero provare questa esperienza sono infatti piuttosto intimoriti nel cercare di comprendere se la propria donna sia o meno favorevole a questo genere di rapporto, e temono di sentire un netto rifiuto o, ancora peggio, che questa proposta possa minare le basi della propria unione.

Cominciamo tuttavia con il rammentare che molto spesso le coppie che si avvicinano al cuckold lo fanno perché hanno già sperimentato qualche “crepa”.

In altri termini, buona parte delle coppie cuck che si avvicinano al cuckoldismo lo fanno perché magari stanno avvertendo un calo del desiderio, e pensano che il ricorso a una simile forma di trasgressione possa costituire una buona opportunità per far riaccendere quella scintilla da tempo spenta.

In altri casi, invece, scoprire come diventare cuckold può certamente costituire un modo per poter fare un passo in avanti nella scoperta del piacere sessuale, intaccando la propria sfera psicologica nei modi che sopra abbiamo parzialmente anticipato.

Ciò premesso, se l’impulso di sperimentare il cuckold proviene dall’uomo, con la partner che invece non si è fatta parte attiva nel proporre questo genere di approccio, potrebbe essere opportuno avvicinarsi a questo tema con la giusta sensibilità.

Per esempio, l’uomo che vorrebbe esplorare le concrete opportunità di diventare cuckold potrebbe domandare alla propria donna se ha mai pensato di tradirlo, o se ha mai pensato, durante l’atto sessuale, di compierlo con un altro uomo.

A seconda del livello di intimità della coppia si potrebbe anche ipotizzare di guardare insieme dei siti cuckold o dei video che ritraggono le scene cuck. Di norma, con questi step intermedi ci si potrà facilmente rendere conto che vi sia terreno fertile, o meno, per i passi successivi.

Quali sono le differenze tra scambisti e cuckold

Concludiamo questo approfondimento con un breve richiamo a quali sono le differenze tra scambisti e cuckold, valutato che per molte persone i due termini sono – erroneamente – sinonimi.

A questo punto, in verità, la differenza tra i due approcci trasgressivi dovrebbe tuttavia essere piuttosto chiara, visto e considerato che nel cuckold il marito rimane parte estranea all’atto sessuale, mentre tra gli scambisti vi è una sostituzione reciproca dei partner.

La conoscenza della differenza tra i due termini ti eviterà qualche malinteso nel momento in cui ti avvicinerai ai rispettivi mondi. Tienilo bene a mente!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *