Francesca Borghi Visita il Sito Web
CEO e Founder di Your Smart Agency – Alla continua scoperta di nuove idee, nuovi stimoli e nuove passioni. Con creatività studia la miglior strategia e comunicazione per il tuo Brand. Soluzioni Smart, a portata di tutti, tutti i giorni.
Related Posts
offline_online
Comunicazione online e offline: le risposte!
hug
Brand, scopri la strategia delle relazioni
sito_web_strategia
Sito web: non è solo design ma strategia!
6 Comments
  • Reply

    Lo stesso discorso si può fare pure per i siti e per i CRM, cose che nella vita ogni tanto realizzo 😀

    Insomma le persone (perché clienti suona brutto) pensano che mettere tante cose (immagini, video, animazioni, colori etc etc) dia un’immagine molto più professionale e leader del settore. Quindi questo ragionamento o modo di vedere le cose, porta il loro pensiero e la loro volontà di escludere il minimal oppure l’essenziale, per l’eccesso. Penso che il rapporto: più elementi e colori ci sono, meglio è. Deve essere eliminato dalla circolazione, perché è la causa di molti mali.

    • Reply

      Flavious ciao, benvenuto!
      Probabilmente sì fanno questo tipo di ragionamento: più mostro, più sono fiko (passami il termine).
      Mentre non capiscono che si crea solo tanta confusione.
      Sarebbe più sensato ottimizzare il messaggio su ciò che si sa fare meglio e su quello che è il vero valore aggiunto del Brand.
      Insomma, vedo che comunque siamo tutti nella stessa barca ma prima o poi riusciremo a convincerli tutti 😉
      Grazie per il tuo contributo!

  • Donato Cerone
    Reply

    Che sia un logo, un componente d’arredo o un’opera d’arte, credo che il messaggio che si vuole comunicare sia la cosa più importante, quindi concordo con l’articolo e poiché penso che eliminare tanti fronzoli per snellire il contenuto in favore del concetto sia la scelta migliore. Tuttavia, a volte aggiungere può essere importante, soprattutto se, dopo un’attenta analisi, si va a sostituire quello che non funziona più. Ad esempio, in una strategia social così come nelle campagne offline, aggiungere degli elementi potrebbe disturbare il target che, sentendosi inondato di messaggi, potrebbe disinteressarsi e allontanarsi dal brand. Magari, in certi casi, sarebbe più opportuno modificare quello che è stato fatto per ottenere risultati migliori

    • Reply

      Ciao Donato 😀
      sei sempre sul pezzo e concordo con quanto hai scritto.
      Poi ovvio non stiamo parlando di ambienti asettici tipo ospedale, eh? Il troppo stroppia in tutti i sensi… l’equilibrio è la miglior cosa :)
      Grazie ancora per essere passato di qui, ti abbraccio virtualmente.

  • Reply

    Per rispondere alle domande in coda al post:

    – Assolutamente sì! A patto che mi siano prima mostrati casi aziendali reali in cui togliere ha portato a un effettivo salto di qualità

    – No, mai ritrovato in alcuna delle situazioni descritte

    – Concordo, anche se bisogna sempre ricordarsi che l’essenzialità e il minimalismo, specie dal punto visivo, non sono elementi caratteristici di ogni contesto. Immaginiamo un Duomo di Milano che non sia in stile gotico, ad esempio. Non sarebbe più il Duomo di Milano.

    Un saluto!

    • Reply

      Ciao Bennaker,
      un vero piacere leggerti sul mio blog.
      Io adoro il minimalismo e lo abbiamo adottato come stile. In più casi, di campagne online e offline, abbiamo notato quanto la scelta sia stata vincente in quanto si è riuscito a fissare nella memoria dell’utente il particolare specifico (o il messaggio) che avevamo scelto.
      Veniamo bombardati da messaggi durante il giorno e pochissimi rimangono impressi. Se per di più li “mischiamo” a molti altri elementi diventa ancora più difficile farli emergere.
      Se passiamo all’arte invece non posso che concordare che opere come il Duomo o la Sagrada Familia siano affascinanti proprio per la loro ricchezza di particolari ma c’è un ma…
      Se queste stesse opere meravigliose fossero inserite in un contesto pieno di prodotti artistici simili quanto risalterebbero? Molto meno 😉
      Invece ci sono solo “loro” e colpiscono per la loro unicità e magnificenza.
      Proprio di questo parlo, di unicità.
      Più la inserisci in un contesto privo di paragoni più la sua bellezza verrà esaltata.
      Grazie ancora per il tuo commento prezioso, un abbraccio.

Lascia un commento

Il tuo Nome*
La tua pagina Web

Il tuo commento*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>