analizza business
Corporate Social, Strategie di Comunicazione
0

La soluzione ai problemi non arriva dall’esterno

Quelo diceva “la soluzione è già dentro di te” e, a parte l’ironia del “ma è sbagliata”, credo che dovremmo riflettere sulla prima parte dell’affermazione.

Nel lavoro e nella vita personale aspettiamo (e crediamo) che la soluzione ai problemi arrivi dall’esterno.

Sei proprio sicuro che funzioni così? O magari potresti iniziare a lavorare partendo da te stesso e/o dalla tua realtà aziendale?

Spesso i miei post nascono da strane correlazioni e dall’osservazione del mondo che mi circonda, dal quotidiano, le mie fonti di ispirazione.

Ascolto discorsi di persone che si sentono frustrate, non contente, sfortunate e mi domando “avranno fatto di tutto per non esserlo?”. La risposta è quasi sempre negativa e mi accorgo che si cercano palliativi o soluzioni dall’esterno ricorrendo a “magiche pilloline”.

Partiamo dal mio presupposto personale e cioè che le medicine non fanno bene e che si dovrebbero prendere solo quando strettamente necessarie e se proprio non se ne può fare a meno, che non si dovrebbe abusarne e che non si deve creare una dipendenza…

Molte di queste danno assuefazione e dipendenza, soprattutto a livello psicologico, perché nel periodo in cui le assumerai i tuoi problemi prenderanno una “nuova forma” e ti sembreranno più facili da affrontare o addirittura inesistenti. Crederai di non poterne far a meno, perché quando non le prenderai tornerai a star male e a vivere il reale.

Ti svelo un segreto, che così tanto segreto non è: i tuoi problemi non spariranno!

E nel momento stesso in cui deciderai di smettere con le pillole i problemi ricompariranno con tutta la loro forza e sarai costretto ad affrontarli oppure potrai continuare a scappare e a nascondere la testa sotto la sabbia.

L’unica vera soluzione è guardare in faccia ai problemi, analizzarli, scandagliarli e cercare tutti i modi per poterli superare. Ammettere di avere un problema da risolvere è un primo passo importantissimo e lavorare sodo per cambiare in meglio ti porterà verso la soluzione.

Facile? NO.

Possibile? Sì. Solo alla morte non c’è rimedio.

Ok ma visto che è un blog che parla di strategia e di business ti starai chiedendo dove voglio arrivare con tutta questa psicologia spiccia, siamo arrivati al punto.

Analizza il tuo business e scopri i punti deboli

La tua attività arranca, non riesci a fare il salto di qualità e gli affari non vanno troppo bene eppure hai investito soldi e tempo in comunicazione, come è possibile?

Ti aspettavi che facendo campagne di Marketing e Comunicazione ti saresti risollevato ma non è stato così.

Intanto tranquillizzati, se ti sarai rivolto ad un vero professionista, non ti ritroverai in questa situazione perché avrà fatto analisi preliminari propedeutiche alla strategia di comunicazione (stessa cosa ci si augura faccia un medico prima di prescrivere farmaci…)

Già, prima di iniziare qualsiasi campagna è necessario avere tutti i dati e aver effettuato analisi approfondite circa il target, i competitor, le keywords, i valori, i punti di forza e i punti deboli, la comunicazione interna, la customer service, etc… Prima di iniziare a comunicare con l’esterno è fondamentale che internamente funzioni tutto alla perfezione (è un po’ come guardarsi dentro, no?).

I risultati si ottengono grazie al lavoro di squadra

Se ti aspetti che l’agenzia a cui ti sei rivolto, per quanto brava e competente sia, possa far tutto da sola parti da un presupposto errato: è l’unione che fa la forza e tu, come azienda, giochi un ruolo chiave e sappi che nessuno fa miracoli.

Ad esempio: immagina se lanciassiamo una promozione online e venisse sponsorizzata al meglio, raggiungendo il bacino di utenti in target che iniziano a relazionarsi con te e ottenessero risposte sgarbate, poco pertinenti, sommarie o non le avessero proprio.

Tutto il lavoro fatto online si trasformerebbe in un flop colossale. Eppure i numeri e i lead l’agenzia te li avrà generati ma non si tramuteranno in clienti.

Ecco perché il gioco di squadra, dove le regole vengono seguite da tutti e si comunica con l’esterno secondo delle linee guida ben delineate e condivise diventa imprescindibile. L’agenzia dovrà conoscere la tua realtà meglio delle sue tasche, soprattutto ciò che c’è da migliorare per poter gestire eventuali critiche (online sai vero che lo sport nazionale è “fare polemica e criticare”!!)

La bacchetta magica non esiste

Da bambina, e a volte ancora oggi, sognavo di poter avere una bacchetta magica per tornare indietro nel tempo o cancellare i problemi ma mi sono resa conto ben presto che non esiste.

Ogni tua azione corrisponde ad una reazione e non puoi tornare indietro.

Spesso è anche difficile rimediare agli errori anche se non necessariamente impossibile. Ti basterà prendere ad esempio gli “epic fail” per renderti conto di quanto online sia necessario stare molto attenti e non sottovalutare mai il messaggio che le persone potranno percepire.

Basta un nonnulla per scatenare l’inferno e “pararimpampù” non ti salverà. Ci vorrà un grossissimo lavoro strategico per risolvere una crisi e dovrai aver fatto tutto il lavoro di analisi preliminare per avere gli strumenti per capire come salvarti dal baratro.

Sì è anche vero che capita che se ne parli per un po’ e che poi tutto sembri andare nel dimenticatoio ma in quel preciso momento avrai dovuto impiegare energia, investimenti e tempo per gestirla e per risollevarti.

E se la perdita di reputazione fosse così grave da non riuscire a rialzarti? Pensa bene a qualsiasi passo che fai per evitarti gatte da pelare e danni.

Lavora sui tuoi punti deboli e trasformali in punti di forza e valori

Non si può essere perfetti anche se si ambisce ad esserlo ma si può essere il meglio possibile: anche la tua azienda dovrà lavorare sodo su questo punto.

Il cambiamento fa parte del miglioramento continuo e non devi esserne spaventato. Piuttosto preoccupati dello stallo. Anche perché il web corre più veloce di noi e dobbiamo riuscire a rimanere al passo e a non sottovalutare le opportunità che offre, valutando con attenzione ciò che può fare al caso del nostro business (non è detto che serva tutto).

  • L’azione è ciò che può cambiare le sorti della tua azienda e anche della tua vita personale.
  • L’introspezione e l’analisi delle condizioni sono indispensabili.
  • La volontà di cambiare ciò che non funziona è un altro punto insindacabile.
  • La perseveranza è l’elemento che ti porterà a raggiungere i risultati che sogni.

Ora chiedo a te: aspetti ancora che qualcuno agisca al posto tuo, che esista una “pillolina magica” con cui speri di risolvere i problemi (ricordati che loro non scompaiono, si nascondono o fai finta di non vederli, ma tornano più prepotenti di prima) oppure passi all’azione e al gioco di squadra?

Sarebbe bellissimo confrontarci, un vero arricchimento, ti aspetto!

Francesca Borghi Visita il Sito Web
CEO e Founder di Your Smart Agency – Alla continua scoperta di nuove idee, nuovi stimoli e nuove passioni. Con creatività studia la miglior strategia e comunicazione per il tuo Brand. Soluzioni Smart, a portata di tutti, tutti i giorni.
Related Posts
salute
Salute: tutto ciò che devi sapere
comunicazione_non_verbale
Comunicazione non verbale: cosa sapere veramente
ridurre_lo_stress
La strategia per ridurre lo stress