formazione_SEO
SEO
0

Start-up di formazione SEO per newbie

Il lavoro di Search Engine Optimization, più comunemente noto con l’acronimo SEO, è una delle professioni che negli ultimi anni ha riscosso maggior successo in termini di guadagno e “notorietà”.

Ad oggi un esperto SEO ha a sua disposizione enormi possibilità lavorative (davvero, c’è un mondo da ottimizzare là fuori), ma la vera domanda vera è: come si arriva ad un buon livello di competenza, in marasma di mercato dove ormai tutti affermano di saper fare tutto?

Ecco i primi 10 step da SEO newbie

1) I manuali
Quando acquisti un nuovo smartphone, un elettrodomestico o un mobile da montare, la prima cosa che solitamente fai è leggere il manuale di istruzioni. Per la SEO è più o meno lo stesso, solo più complesso: esistono infatti tantissimi professionisti del settore che hanno deciso di condividere le loro conoscenze su libri, blog e articoli facili da reperire e che costituiscono un’ottima base di partenza.

2) Sperimenta, non limitarti alla teoria
Il lavoro di SEO combina conoscenze teoriche e necessarie applicazioni pratiche che incrementeranno gradualmente il tuo livello di apprendimento e competenza. Non aver paura e soprattutto non diventare uno “studioso SEO” di professione, senza applicare mai nulla, figura sul quale marciano moltissimi corsi o pseudo-tali.

3) Sii creativo e non fossilizzarti
Ricorda che stai ancora imparando e continuerai a farlo praticamente per sempre, forevah and evah. Prova diversi percorsi per raggiungere lo stesso obiettivo e tieni traccia dei risultati per scoprire qual è il più efficace. Ogni progetto è un caso a sé.

4) Condividere è importante
Mostra agli altri quel che hai ottenuto (si chiamano case histories) frequenta forum, chat, social, trai spunto dalle idee altrui e ispira gli altri con le tue, essendo concreto e poco motivazionale. La SEO è tecnica e fantasia, non solo quest’ultima.

5) Chiedi a chi ne sa di più
Chiedere è lecito, rispondere è cortesia, dice un vecchio adagio. Nella SEO questo ti permette di poter allargare anche il tuo network di conoscenze.

6) L’unione fa la forza
Non aver paura di chiedere collaborazioni con altri SEO: ognuno viene da percorsi diversi e sui progetti di un certo calibro ricorda che hai sempre due mani.

7) Coltiva il network anche offline
Parla con tutti, lavora con alcuni, sii amico con ancora meno. Gli eventi non servono tanto per la formazione quanto per allargare la tua rete di conoscenze.

8) Trova una Agency
Partire da zero senza avere a disposizione un metodo di lavoro organizzato e una certa disciplina nello svolgimento degli incarichi può essere un’arma a doppio taglio se non ci si abitua subito a ragionare da freelance. Collaborare con un’agency già esistente, anche solo per apprendere una metodologia lavorativa è stra-utile, specie in fase iniziale.

9) Gestisci i primi clienti
Questa è la parte più interessante e difficile, specie se lavori da libero professionista. Dovrai dedicare gran parte del tuo tempo a questa attività, non trascurarla.

10) L’allievo supera il maestro
La SEO è competizione. Impara tutto da chi sta sopra di te, divoralo, miglioralo, scavalca – sempre in modo legittimo.

E tu, come hai iniziato a fare SEO?

Benedetto Motisi Visita il Sito Web
SEO e Copywriter - CTO di Linkfloyd - “In una galassia non troppo lontana” il terrificante Impero di Google aggiorna costantemente i fattori del posizionamento sulle pagine dei risultati di ricerca, lasciando i webmaster disorientati. SEOJedi ha deciso allora di dare il suo contributo alla Forza dell'ottimizzazione sui motori di ricerca.
Related Posts
guida-galattica-per-seostoppisti
La SEO spiegata al cliente: con l’aiuto dei robots vincerò
piano-editoriale-trendy
Le query di un piano editoriale trendy
ottimizzazione-per-babbani
La SEO spiegata al cliente: Ottimizzazione per babbani

Lascia un commento

Il tuo Nome*
La tua pagina Web

Il tuo commento*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>