Alessandro Pozzetti Visita il Sito Web
Sono un modenese classe '83, marito e papà, con un terribile vizio: i tortellini in brodo. Blogger, Instagram addicted e social media manager 366 giorni all'anno (il 2016 è bisestile). Il mio sogno nel cassetto è di vivere scrivendo. Cioè, prima scrivo ciò che mi piace e poi provo a venderlo!
influencer
Strategie di Comunicazione
0

Influencer marketing e social media: come individuare un influencer

C’erano una volta i testimonial. Anzi, ci sono ancora: l’ultimo in termini di apparizione è il bel Patrick Dempsey per Vodafone, per la gioia delle donne.

Quello fra pubblicità e personaggi famosi è un amore mai tramontato. La gente guarda (se e quando li guarda) gli spot e nel vedere la faccia di un divo del cinema, della musica o della televisione si sente rassicurato sulla bontà del prodotto pubblicizzato. Insomma, il testimonial funziona. Sempre.

Leggi di più
formazione_webMarketing
Community Management
0

L’importanza della formazione (continua) nel web marketing

Parafrasando il titolo di una famosa commedia di Eduardo De Filippo, possiamo dire che nel mondo del web marketing la formazione non finisce mai.

Eh sì, il web marketing è materia multiforme che conosce cambiamenti quasi quotidiani. Dobbiamo rassegnarci (rassegnarci…): ci tocca studiare per tutta la vita.

Continuare a formarsi con lo stesso entusiasmo dei primi giorni, quando muovevamo i primi passi nel sbrilluccicoso mondo del marketing, è fondamentale. Attardarsi, restare indietro, può compromettere la nostra professionalità.

D’altro canto, la richiesta di formazione nel web marketing è sempre viva. Di recente infatti, ho tenuto un corso di Instagram Marketing a Lugano per la Digital Strategies Academy dell’amico Guglielmo Arrigoni e ho notato molto entusiasmo, anche perché, sorprendentemente, in Svizzera sono ancora parecchio indietro nonostante la recente “rivoluzione digitale”.

La formazione, quindi, è anche una grossa opportunità di lavoro per i professionisti più esperti, aspetto da non sottovalutare.

Le utilità nel formarsi sono diversi: eccone qualcuna, valuta tu quali sono le migliori per le tue esigenze.

Leggi di più
scuola_digitale
Fotografia
0

Scuola e social media, un’opportunità da non perdere

“I social nelle scuole? Scherzi?”
No, non scherzo. Anche nelle aule italiane sono entrati i social network, pardon, i social media. Nonostante un certo divario fra scuole del nord e scuole del sud, finalmente anche nel nostro paese i social non sono visti come uno spauracchio, ma una risorsa da sfruttare per l’educazione dei ragazzi.
Certo, siamo ancora ai primi passi, ma qualcosa si è mosso, e anche i più restii (fra cui molti professori) ad ammettere l’utilità dei social si sono dovuti ricredere: Facebook, Twitter e il resto della compagnia, se usati con intelligenza, possono aiutare a crescere le persone e i professionisti di domani.

Leggi di più
destination_marketing
Community Management
0

Come fare marketing territoriale e destination marketing, oggi!

Un tempo, fare marketing turistico era forse più semplice.

Quando non c’erano i social media, quando le recensioni su Booking erano solo un brutto sogno, quando finire su TripAdvisor non era motivo di ansia, per le cosiddette “strutture recettive” c’erano sicuramente meno complicazioni rispetto a oggi.

Tuttavia, se si vuole attuare una strategia di marketing di successo, non si può prescindere da content marketing, social media marketing e community management.

Questo fatto non dev’essere motivo di preoccupazione, anzi: i social media e il web rappresentano un’opportunità da sfruttare per qualunque tipo di struttura turistica, dal piccolo albergo all’hotel a 5 stelle.

Leggi di più
blog_bancario
Strategie di Comunicazione
0

Blogging nel settore bancario: le peculiarità

Viviamo in un momento storico in cui le banche non godono di grande popolarità. Usando un eufemismo.

E questo, per chi lavora nella comunicazione, è un problema.
Un grosso problema.

Perché per portare le persone a fidarsi di una banca – o delle banche in generale – serve una strategia di comunicazione che più efficace non si può.

Uno degli strumenti più utili può essere il caro, vecchio (ma non estinto!) blog aziendale.

Leggi di più
card_gdo
Community Management
0

Community nella GDO: dalle carte fedeltà agli sconti online

Ebbene sì.

Anche la GDO ha bisogno di una strategia di community management.
Possibilmente, di un’ottima strategia, studiata da un professionista preparato.

La Grande Distribuzione Organizzata l’ha capito da un po': deve andare al di là del volantinaggio “a pioggia”, senza targetizzazione, e sfruttare le comunità online per creare relazioni col proprio cliente. O meglio: con i diversi tipi di cliente. Perché ogni cliente è diverso dall’altro e solo attraverso promozioni mirate e sconti basati sulle abitudini di acquisto si può parlare di “relazione col cliente” e “comunità”. Intercettare (come insegna il buon Motisi), analizzare i dati, capire gli interessi delle persone. Poi agire.
D’altro canto, anche per la GDO valgono sempre le regole auree del community management: ascolto, azione, dialogo.

Leggi di più